Il “Certame Bruniano”, il “Festival Bruniano”, la costituzione della “Fondazione Bruniana”, il “Parco Letterario Giordano Bruno” hanno visto l’amministrazione comunale, istituti scolastici e associazioni culturali, come la nostra, impegnati a dedicare al filosofo nolano attenzione e riconoscimento. Negli anni sono state realizzate iniziative, attività e prodotto lavori scientifici di valore.
Oggi pero riteniamo sia giunto il tempo d’intitolare anche un istituto dove si studia filosofia a Giordano Bruno.
Questo, non per mero egoismo generato dalla nostra passione, bensì per veder radicare ancora di più la figura del filosofo all’identità della nostra città, consapevoli che le ricchezze di un territorio (e certamente Giordano Bruno è la gemma di maggior pregio), debbano concorrere allo sviluppo sociale, ma anche economico, della nostra terra.
L’unico istituto dedicato al “nolano” è stato fin’oggi la Scuola Media “Giordano Bruno”, oggi titolata “Bruno-Fiore” con la consequenziale perdita d’identità per la scuola e di svilimento del nostro prestigioso concittadino. Un ulteriore motivo che ci spinge a questa scelta sono le parole che Giosué Carducci spese in occasione dell’invito ricevuto per presiedere all’inagurazione della statua di Bruno in Campo dei Fiori:
«Non ammiro, perché né lo intendo né lo sento, il pensatore e lo scrittore… Il primo monumento dell’Italia in Roma doveva essere per Arnaldo Da Brescia… così non sarò a Roma per il compimento. Saluto con rispetto».
Siamo perciò convinti della necessità d’intitolare il Liceo Classico al cittadino che ha portato il nome della nostra città nelle accademie di tutto il mondo: Giordano Bruno.
Nasce da ciò la nostra proposta di costituire un comitato promotore con i cittadini, le associazioni territoriali, gli studenti e i docenti interessati, per avviare una discussione avente tale finalità, culturale ed identitaria.